sabato 10 settembre 2016

Invito alla mostra "Incontriamo l'ikebana"




Un viaggio nella storia dell’ikebana, dalle origini fino ai nostri giorni: questo è il tema della mostra.

video

In mostra troverete preziosi libri antichi, vasi storici e moderni, cestini giapponesi, sostegni e attrezzi per la pratica dell’arte, immagini fotografiche e composizioni di fiori vivi.

Pannelli esplicativi ci guideranno in un percorso storico che arriva ai nostri giorni. 

Vi aspettiamo a Villa Carlotta sabato 24 settembre dalle ore 16!


domenica 28 agosto 2016

Biblioteca - recensioni

La nostra biblioteca si presenta

A cura di Maria Teresa Guglielmetti

Settembre 2016 

Morte di un maestro del Tè


La Via del Tè (1) Chado è la più rappresentativa delle Arti tradizionali giapponesi per la sua sintesi di percorso etico ed estetico e per il coinvolgimento dell’architettura, dell’arte dei giardini, della ceramica, della lavorazione dei metalli e del bambù, elevate ai massimi livelli di raffinatezza ed espressività. Nel XVI secolo il Chado o Wabicha raggiunge la perfezione ad opera del maestro Sen no Rikyu (1522 – 1591) (2), al quale Inoue Yasuchi, uno dei più importanti scrittori giapponesi del XX secolo, ha dedicato un’opera fondamentale, che ho ritenuto importante recensire, anche se non è presente nella nostra biblioteca. A questo romanzo si è ispirato un film dal titolo omonimo, premiato con il Leone d’Argento alla Mostra del Cinema di Venezia del 1989 e con la partecipazione del grande attore Mifune Toshiro nel ruolo di Rikyu. Per maggiori informazioni sull’opera di Inoue vedere Biblioteca recensioni di questo mese.
Una delle tazze nere del ceramista Chojiro  Raku (?-1589) utilizzate da Sen no Rikyu    

(1)  Il termine scritto con l’iniziale maiuscola indica il Wabicha e sostituisce la definizione impropria Cerimonia del tè, vedi anche La Cultura del Tè in Giappone di Aldo Tollini pubblicato da Einaudi nel 2014
(2)  Nell’indicazione dei nomi giapponesi il cognome precede il nome